Sari 2000
SlideShow 01 SlideShow 01 SlideShow 01

Rivista

Nata nel 2000 come rivista dedicata all’informazione sanitaria rivolta al pubblico, Elisir di Salute si distingue per la sua fondamentale caratteristica di essere scritta direttamente da Medici e Ricercatori, fornendo così la migliore garanzia rispetto all’attendibilità e sicurezza dei contenuti trattati.

Gli Specialisti che collaborano con Elisir di Salute operano attivamente nel loro specifico campo di interesse, in ambito universitario, ospedaliero e privato, e sono pertanto in grado di attingere ad un elevato livello di esperienza.

Elisir di Salute tratta non solo di Medicina ma anche di Alimentazione, stile di vita, Psicologia, Ambiente ed Ecologia; offre al lettore una panoramica vasta e articolata di tematiche che riguardano il benessere psico-fisico della persona e contribuisce così ad una corretta informazione sui contenuti scientifici con l’obiettivo ultimo di attuare una concreta ed efficace prevenzione. Per queste ragioni Elisir di Salute può essere considerata uno “spazio aperto” che consente la divulgazione di contenuti importanti, ma anche uno strumento di dialogo tra Ricercatori, Medici e lettori.
Sul sito www.elisirdisalute.it tutte le indicazioni per abbonarsi, anche on line.

Per i clienti Intesa SanPaolo che hanno aderito all’iniziativa Salute Senior, è previsto l’accesso gratuito alla versione on-line della rivista Elisir di Salute al seguente link: www.saluteerisparmio.it/sari_magazine

Edicola

Alcuni articoli da questo numero

Movimento, toccasana per le ossa

Prof. Giovanni Iolascon

Ordinario di Medicina Fisica e Riabilitazione

Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli”

Società Italiana dell’Osteoporosi, del Metabolismo Minerale

e delle Malattie dello Scheletro (SIOMMMS) 

Una moderata e regolare attività fisica può contribuire a prevenire o rallentare l’Osteoporosi 

L’Osteoporosi è la più diffusa malattia del tessuto osseo e colpisce circa 200 milioni di donne nel mondo con un andamento in crescita nelle prossime decadi a causa dell’invecchiamento della popolazione. La forma più frequente è sicuramente l’Osteoporosi post-menopausale, legata alla riduzione di ormoni femminili, protettivi per la salute delle ossa.

Legga tutto

Incontinenza, conoscerla per curarla

Prof. Enrico Finazzi Agrò

Dott. Luca Orecchia

Dipartimento di Medicina Sperimentale e Chirurgia

Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” – Policlinico Tor Vergata

Dipartimento di Chirurgia UOSD Urologia Funzionale e Chirurgia Urologica Mini-invasiva

SIU (Società Italiana di Urologia)

Grazie alle nuove conoscenze cliniche, oggi l’Incontinenza può essere ben diagnosticata e risolta con un’adeguata terapia 

L’Incontinenza urinaria rappresenta un disturbo di grande rilevanza per la popolazione ed un’area di continua ricerca clinica per la Società Italiana di Urologia. Viene definita come Incontinenza urinaria una “qualsiasi perdita involontaria d’urina”. In Italia ne soffrono all’incirca cinque milioni di persone con un rapporto di 2 a 1 tra femmine e maschi. Con l’aumento significativo dell’età media, sempre più individui di entrambi i sessi corrono il rischio di diventare incontinenti.

Legga tutto

Cibi “senza”, tra falso mito e utilità

Prof. Paolo Ranalli

Fondazione Istituto Scienze della Salute – Bologna

Già Docente della Facoltà di Agraria

Università di Modena e Reggio Emilia

Già Direttore Dipartimento CRA

(Consiglio per la Ricerca in Agricoltura) – Roma

Si va sempre più affermando il consumo di cibi che vantano l’assenza di alcuni elementi spesso senza un reale vantaggio o necessità

In una recente ricerca, a livello europeo, condotta su oltre 30 mila individui, è risultato che gli italiani si sono dimostrati più attenti alla qualità del cibo: il 21% degli intervistati (rispetto al 15% della media europea) vorrebbe nei supermercati più alimenti alternativi alla carne; il 63% del campione afferma di essere attento all’alimentazione per prevenire alcune malattie croniche (Obesità, Diabete, Colesterolo alto, Ipertensione), mentre il 53% si dichiara disponibile a pagare un prezzo più alto per i cibi che non contengono ingredienti indesiderati.

Legga tutto

Sommario Maggio Giugno 2018